Nata quarant'anni fa, l'Unione Sportiva San Pellegrino ValBrembanaBasket, coinvolge nelle sue attività i giovani di tutto il territorio vallare. Questo sito internet vuole essere un modo per portare la nostra passione anche nelle case di atleti, genitori e appassionati dello sport.

Seguici anche su facebook e twitter.

Il ValBrembanaBasket chiude la campagna acquisti col botto!

Dopo un inseguimento durato tutta l'Estate, vincendo la concorrenza di squadre anche di serie molto superiori, possiamo finalmente annunciare il rinforzo che tanto ci serviva: sarà dei nostri anche Tommaso Gritti, fratello di Mattia (con Matteo ed Alberto Zanchi avremo ben due coppie di fratelli in squadra!), ala forte del 1998, oltre 190cm di altezza, con trascorsi in Bluorobica, Mozzo e gli ultimi due anni negli under 18 Eccellenza della Co.mark Virtus Isola, dove si allenava anche con la serie B.
Si tratta di un rinforzo di primissimo livello in un ruolo che ci serviva moltissimo, oltretutto un under!
Benvenuto a Tommy: siamo certi che disputerà una grande annata!

Tommy

Zani Viaggi, Serie D: ed ora le gradite conferme!

In attesa di possibili ultimi ritocchi, per coprire al meglio un paio di ruoli, ci interessa ora presentarvi quei giocatori che, già presenti l'anno passato, hanno voluto continuare a condividere con noi quest'esperienza per renderla più soddisfacente e valida, riscattando la scorsa sciagurata stagione e dimostrando il loro reale valore.
 
 
Squadra serie D 2015-16
 
 
Marco Arsuffi, ala del 1987 di Bonate Sotto, ci farà compagnia anche l'anno prossimo, dopo avere rifiutato allettanti offerte da squadre anche molto più vicine a casa: sarà il nostro jolly, potendo giocare, per le sue caratteristiche tecniche e fisiche, sia da guardia che nei ruoli di ala. L'anno scorso limitato da parecchi infortuni (e purtroppo anche quest'anno sarà forse assente per qualche settimana), ci ha fatto vedere in alcune occasioni cosa sa fare, vincendo partite praticamente da solo: contiamo sulla sua presenza e sul suo impegno per avere qualcosa in più in ogni ruolo. 
 
Il play titolare resta Alessandro Bellazzi (8), giunto alla terza stagione con i colori biancorossi. Ha una tecnica sopraffina ed è praticamente impossibile rubargli palla: cestisticamente molto elegante, bravo sia al tiro che in penetrazione (ricordiamo ancora tutti la sua eccezionale prestazione a Bottanuco!), speriamo raggiunga una costanza di rendimento che potrebbe essere determinante per la nostra stagione, fino a quando non ci saluterà per l'Erasmus, fortunatamente verso la fine del Campionato. 
 
 
Ciro Cesare (10) è il capitano e l'anima non solo della prima squadra ma di tutta la società. Seppure ormai negli 'anta', superati alcuni infortuni anche pesanti grazie alla sua passione per il basket ed al la sua forza di volontà,  non manca un allenamento ed è sempre a disposizione, ricoprendo, a seconda delle necessità, il ruolo di play o di guardia: il suo tiro mortifero dalla distanza e le sue sospensioni dentro l'area hanno risolto alcune partite anche l'anno scorso.
 
 
Filippo Ghisleni (16) è in pratica un secondo capitano: seppur aggregato alla squadra solo da due anni, il nostro gigante di 204cm, forte sia da sotto che nel tiro dal perimetro, per non parlare del suo dominio a rimbalzo, ha assunto un ruolo di primo piano nel motivare i compagni. E' il compagno di squadra che tutti vorrebbero e la sua presenza garantisce una continuità di stimoli ed impegno. Anche fuori dal campo è prodigo di utili suggerimenti ed indicazioni: prezioso!
 
 
La conferma più gradita, perché inattesa almeno per quest'anno, è quella di Tia Gritti (23, alla destra di Ghisleni nella foto): dopo un serio infortunio alla spalla che gli ha impedito di disputare tutto il ritorno (e questo per noi è stato fatale), ci si aspettava che dovesse sottoporsi ad un'operazione che l'avrebbe tenuto fermo ancora a lungo. Ed invece, quasi miracolosamente, la spalla è molto migliorata e, dopo la laurea in fisioterapia, a partire da Novembre, avremo ancora nei nostri ranghi quello che la stagione scorsa, seppur non nella forma migliore, finché ha giocato aveva avuto la migliore media punti di tutta la squadra: bentornato!
 
 
Stefano Turani (11), seppur richiestissimo, ha deciso di sposare nuovamente il nostro progetto. Lo scorso anno la nostra ala, dalla grande fisicità, nonostante sia anche uno dei difensori più arcigni, è risultato il miglior marcatore della squadra (17° nella classifica generale con 11,29 di media) grazie ad un tiro notevolmente migliorato, una capacità di penetrare che lo rende difficilmente marcabile (è anche il recordman dei falli subiti) ed un carisma ed una fiducia in sé stesso acquisiti mano a mano che la stagione proseguiva.
 
 
Matteo Zanchi (12, il primo in piedi a sinsitra) è uno di veterani della squadra, in cui milita, con poche interruzioni, da quando era ancora un under. E' stato protagonista di quasi vent'anni di storia del ValBrembanaBasket, vivendo retrocessioni e promozioni e sarebbe capitano in ogni squadra se non fosse che noi abbiamo il monumento Ciro Cesare... Contiamo non voglia smettere dopo quest'anno ma nel frattempo la sua intelligenza cestistica, la sua tecnica, il suo senso della posizione e le sue famose 'finte' continueranno a farne un giocatore utilissimo, nel suo ruolo naturale di guardia o quando si adatta, per il bene della squadra, a giocare da play o da ala forte.
 
 
La Società USSP San Pellegrino vuole quest'anno valorizzare al massimo i propri under, a partire da Michele Capelli (13, alla dx di Gritti) e Davide Bertoli (18), ormai da considerarsi titolari alla pari dei senior, fino ai nuovi aggregati (anche se avevano già fatto qualche comparsata lo scorso anno) Francesco Galizzi, Alessandro Reffo, Stefano Rota Martir e Matteo Sala. Contiamo che ci diano un contributo importante e di assoluto rilievo e da parte nostra li metteremo nelle migliori condizioni per farlo.
 
 
Al momento quindi la nostra formazione è così composta:
- i senior:
Giorgio Balossi, 1986, Villa d'Almè, Ala
Riccardo Benadduce, 1982, Bergamo, ala forte/Pivot  
Alessandro Bellazzi, Bergamo, 1993, play
Ciro Cesare (Capitano), San Pellegrino Terme, 1975, play/guardia
Filippo Ghisleni, Bergamo, 1981, pivot 
Mattia Gritti, Villa d'Almè, 1991, guardia 
Stefano Turani, Sedrina, 1991, ala
Alberto Zanchi, 1979, Sorisole, ala forte 
Matteo Zanchi, Brembilla, 1980, guardia 
  
- gli under:
Davide Bertoli, Zogno, 1997, ala  
Michele Capelli, San Giovanni Bianco, 1997, guardia 
Francesco Galizzi, 1997, San Pellegrino Terme, ala 
Alessandro Reffo, 1998, San Giovanni Bianco, ala forte  
Stefano Rota Martir, San Pellegrino Terme, 2000, guardia  
Matteo Sala, San Pellegrino, 1998, play  
 
 
 
Salutiamo e ringraziamo anche tutti quelli che, per un motivo o per l'altro, non condivideranno quest'anno la nostra avventura, augurando loro la migliore fortuna e tante soddisfazioni nella prossima stagione (e non escludiamo che qualcuno torni a raggiungerci più avanti, superati i problemi di studio/lavoro che al momento lo rendono difficoltoso): Ottavio Gerosa, Franco Gotti, Fabio Lussana, Alex Motta, Jonathan Previtali, Federico Rossi, Luca Scaramucci.
 
 
 
Per finire ecco la composizione dello staff tecnico/societario:
Allenatore: Livio Pesenti
Viceallenatore: siamo alla ricerca :-)
Team manager/Addetto arbitro: Giovanni Marconi 
Scorer: Stefano Torriani
Medico sociale: Dott.ssa Maria Luisa Barcella
 
 
 

Un rigraziamento anche a tutti i tifosi: vi aspettiamo numerosi per una stagione in cui vi promettiamo che sapremo darvi molte più soddisfazioni che nella scorsa :-) !

Primi rinforzi per la Zani Viaggi edizione 2016/17: Alberto Zanchi, Joe Balossi e Ricky Benadduce!

Avuta la conferma ufficiale del ripescaggio in Serie D, grazie ad un piazzamento comunque discreto in una stagione regolare nata male per le peripezie dell'Estate precedente ed afflitta da innumerevoli infortuni, arrivano i primi risultati di un lavoro iniziato senza perdere tempo a partire dalla sconfitta ai PlayOut, e sono di tutto rilievo!

Già da un paio di mesi sapevamo del ritorno all'ovile di Alberto Zanchi, dopo una stagione e mezza di assenza: si tratta di un'ala forte del 1979, 191cm di altezza, originario di Zogno ma ora residente a Sorisole.

Alberto Zanchi 

L'anno scorso a Scanzorosciate, in Promozione BG2, si è fatto valere risultando tra i primi 20 marcatori del campionato con oltre 10 punti a partita di media.
Valido a rimbalzo, quasi infallibile da sotto canestro, si è comunque specializzato negli ultimi anni nel tiro da tre punti. Raggiunge il fratello Matteo (mentre Fabio è ormai decollato verso la categoria superiore), che rinnova il suo impegno a giocare con noi anche il prossimo anno, e non era scontato! 

Da pochi giorni invece abbiamo raggiunto l'accordo con altri due giocatori di indiscutibile spessore: con grande soddisfazione e felici di avere migliorato una squadra che ora riparte con ambizioni diverse, possiamo ufficializzare Giorgio Balossi e Riccardo Benadduce, la stagione scorsa entrambi a Verdello.
Sono nomi che non hanno bisogno di presentazioni a livello regionale, ma lasciateci il piacere di descriverli comunque a chi non li conoscesse...

Giorgio Balossi, residente ad Almè, è una guardia/ala del 1986, altezza 193cm: ha lunghi trascorsi in serie D, a Trescore e Verdello, ed è rinomato per il suo tiro micidiale dalla lunga distanza.

Giorgio Balossi

Ecco un po' di statistiche: https://www.playbasket.it/lombardia/profile.php?subj=1&exteid=4&season=2016&extobj=2815&obj=16937&action=view&eid=5

 

Last but not least, Riccardo Benadduce è un'ala/centro del 1982, 201cm di altezza. Originario del Veneto, ha disputato là quasi tutta la sua carriera in squadre di categoria superiore e da quando si è trasferito a Bergamo ha giocato a Gorle ed a Verdello, dove la scorsa stagione è risultato il terzo marcatore del nostro girone per media punti ed il quinto per punti totali segnati: https://www.playbasket.it/lombardia/profile.php?subj=1&exteid=4&season=2016&extobj=2815&obj=2710&action=view&eid=5

Riccardo Benadduce 

Lo accomuna ai compagni già presentati una precisione al tiro da fuori raramente rinvenibile in un giocatore di questo ruolo!

 

Siamo certi che la presenza di questi nuovi nuovi compagni, in aggiunta ai confermati, ci consentirà quest'anno di svolgere allenamenti e partite con la massima intensità; soprattutto però contiamo di creare un gruppo affiatato grazie al quale le serate in palestra siano impegnative ma piacevoli, divertenti e proficue.

 

Per quanto ormai la squadra sia ben delineata, contiamo di inserire ancora uno/due rinforzi, soprattutto under, nei ruoli che più ci servono.

Tornate a trovarci sul sito perché vi daremo presto notizie sulle conferme dei giocatori dello scorso anno, ed anche su questo versante ci sono ottime notizie! 

Comunicato del 13 maggio

L'USSP VALBREMBANABASKET ZANI VIAGGI comunica che per la stagione 2016/17 intende ancora iscriversi al prossimo campionato di Serie D. I risultati prestigiosi degli ultimi anni e la crescita importante del vivaio, del settore giovanile e del CSI legittimano la nostra volontà che la città di San Pellegrino Terme e la Val Brembana siano ancora rappresentati nel campionato regionale di Serie D. Lo meritano anche i nostri sponsor. Questo ci chiedono i tifosi e noi ci impegniamo a garantirlo. FORZA SANPE! 

Il Presidente - Silvano Gherardi 

FTB San Pellegrino sconfitto ai supplementari da Sarnico

Si conclude ai quarti di finale il cammino dell’FTB Valbrembana San Pellegrino nella fase finale del campionato CSI. Nella palestra di casa, la squadra allenata da Rovelli perde (56-60) contro i Wild Boars di Sarnico, che escono vincitori dalla contesa solo al supplementare. San Pellegrino inizia bene la partita, con un primo quarto terminato in vantaggio (18-16), nel quale riesce a proporre buone azioni offensive supportate dalla solita zona all’interno della propria area. Ruggeri apre l’incontro con una tripla, alla quale risponde Testa della squadra avversaria. Dopo i 6 punti di Rota, Galizzi porta avanti San Pellegrino con una tripla a fine parziale (18-16). Solito copione nel secondo quarto (19-16), dove la zona di San Pellegrino costringe Sarnico a tirare da fuori, mantenendo il vantaggio. Milesi porta avanti San Pellegrino con una tripla, alla quale risponde Bellaspiga, che da questo momento trascinerà la propria squadra fino alla fine. Dopo i liberi segnati da Galizzi e Giupponi, è ancora Galizzi a segnare dai 6,75, seguito da Grigis, che si occupa anche di segnare i liberi di fine quarto (saranno 10 i suoi punti a fine gara). I Wildboars rimangono sempre in partita, anche grazie alle due triple, a fine parziale, di Testa e Arcaini. Le due squadre vanno all’intervallo sul 37-32, con una partita ancora tutta da giocare. Il terzo quarto (7-7) si trascina con poche emozioni a causa della poca incisività in attacco da parte di entrambe le squadre. L’FTB Valbrembana San Pellegrino si mantiene avanti nel punteggio (44-39) anche grazie alle triple di Milesi (miglior marcatore di serata con 15 punti) e Gritti. Nell’ultimo periodo (5-10) il gioco stenta a decollare: le due squadre segnano, infatti, quasi esclusivamente dalla linea della carità. Per i Wild Boars Sarnico segna solo Bellaspiga, che porta la sua squadra all’overtime, sul 49 pari. Durante il tempo supplementare (7-11), dopo due liberi segnati per parte, nonostante la tripla di Milesi per San Pellegrino, è ancora una volta Bellaspiga, con due triple consecutive, a segnare la partita ed a portare i suoi in semifinale. Per l’FTB Valbrembana San Pellegrino rimane l’amarezza di una partita condotta per buona parte del tempo ed una vittoria sfumata solo al supplementare. Nonostante la delusione, rimane l’orgoglio di aver giocato la partita fino alla fine, senza subire cali di tensione, giocandola alla pari senza subire il gioco avversario, consapevoli della propria forza. Non bisogna dimenticare, inoltre, che questo approdo ai quarti di finale è il miglior risultato raggiunto da questa squadra nei suoi tre anni di attività: segno del notevole passo in avanti fatto dalle stagioni precedenti.

Milesi 15 punti, Grigis 10, Galizzi 9, Ruggeri 7, Rota 6, Giupponi 3, Gritti 3, Midali 1, Mehretab, Tessadri, Valcher, Zonca. All. Rovelli.

Sampe sconfitto a Milano e retrocesso in Promozione

Una stagione così disgraziata non poteva avere un epilogo diverso. La Zani Viaggi Valbrembana San Pellegrino esce sconfitta dalla trasferta di Milano contro Vismara per 72-60 (19-15, 30-40, 48-50), perde gara 2 dei playout e dice addio al campionato regionale di Serie D che aveva conquistato, per la prima volta nella sua quarantennale storia, due anni fa. Ai ragazzi di coach Pesenti non sono bastati 30' di buon basket. Alla fine i milanesi, così come nella gara d'andata, si sono dimostrati più squadra e più preparati atleticamente. Per addolcire la pillola si potrebbe parlare di un arbitraggio quanto meno casalingo e discutibile (7 falli antisportivi fischiati ai rossi della Valle Brembana) e di una stagione con una sfortuna inimmaginabile, ma il verdetto del campo va sempre rispettato ed è l'unico che non ha mai diritto di replica. Questa sera il Sampe è retrocesso. Retrocedono nella categoria inferiore la società, l'allenatore e tutti i giocatori. Non retrocede, e quello non lo farà mai, la passione per questo bellissimo sport.  Perdonate la citazione forse un po' fuori dalle righe, ma vogliamo chiudere questo articolo e questa stagione travagliata con le parole, mai banali, di Wiston Churchill: "Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere il tuo entusiasmo". Forza Sampe! Da domani si riparte! 

L’FTB Valbrembana San Pellegrino vince contro Pedrengo e passa ai quarti

L’ FTB Valbrembana San Pellegrino fa il suo esordio (51-48) nei playoff del campionato CSI incontrando, nella palestra di casa, Pedrengo. La partenza è subito positiva, anche se a rilento, come è successo nelle ultime partite. Il gioco stenta a decollare, ma ci pensa Ruggeri a segnare dalla lunetta i primi due punti per la squadra di casa, mentre Grigis e Rota (grazie anche ai falli di Pedrengo) portano avanti la squadra allenata da Galizzi E. (a causa dell’assenza di Rovelli) 15-9 nel primo parziale: un vantaggio che risulterà determinante nell’andamento di tutta la partita. Nel secondo quarto (12-14), infatti, Pedrengo si porta avanti nel parziale, mentre San Pellegrino rimane in scia grazie alle due triple importanti di Gritti ed ai liberi di Ruggeri (miglior marcatore di serata con 16 punti). Dopo la prima parte di gara (27-23), entrambe le squadre cercano di dare una svolta alla partita, caratterizzata subito per i diversi falli commessi da entrambe le parti, piuttosto che da manovre di gioco organizzate. Nel terzo periodo (7-9) è solo una tripla dell’ex sanpellegrinese Penco a far pendere l’ago della bilancia a favore di Pedrengo, mentre Ruggeri e Grigis cercano di farsi sentire sotto il canestro avversario. L’FTB Valbrembana San Pellegrino cerca di gestire i due punti di vantaggio nell’ultimo quarto (8-10), ma, quando una tripla di Ruggeri sembra chiudere la contesa, è ancora una volta l’ex Penco, con una tripla a fine parziale, a portare Pedrengo ai supplementari, sul 42 pari. Nei tempi supplementari (9-6) è Milesi a dare la spinta decisiva alla sua squadra: risponde subito a Penco dalla linea dei 6,75 (saranno 12 i suoi punti totali) e segna gli ultimi due punti della sicurezza. San Pellegrino ottiene una vittoria difficile, in una partita dove il carattere nel finale di partita ha influito più che le doti tecniche mostrate. Queste lezioni apprese nelle ultime partite devono tornare utili nei quarti di finale, in cui l’FTB Valbrembana San Pellegrino incontrerà, ancora nella palestra di casa, i Wild Boars di Sarnico.

Ruggeri 16 punti, Milesi 12, Grigis 10, Gritti 6, Rota 4, Tessadri 3, Astori, Galizzi G., Mehretab, Midali, Zonca. All. Galizzi E.
Condividi contenuti